Napoli Antifascista

 

NEAPOLISHACKLAB

vai

BASSGUIDANCE

bassguidance

LIBREREMO

libreremo

MALAPIANTA

vai al sito malapianta

LOSKA

laboratorio occupato SKA

SALAPROVESKA

vai

GUESTBOOK

guestbook

newsLETTER

newsletter

ISCRIVITI
  
insu^tv

ARCHIVIO

foto officina

vai

foto iniziative

vai

documenti

vai
vai

Tutto il materiale presente su questo sito
è severamente
protetto da



fatene uso appropriato
e, magari,
citate la fonte

STOP THE WALL

 

NEWS

> Assemblea di gestione ogni martedì alle ore 20.30 <

 

27 Ottobre 2017

Disprove

DISPROVE - c.s.o.a. Officina 99

VENERDÌ 27 Ottobre 2017
dalle 20.00

DISPROVE

FAMILY TREE showcase:

Shaman aka Radio Shana
(https://www.facebook.com/RADIOSHANA/?fref=ts)
MC Doppia C
(https://www.facebook.com/mc.doppiac/?fref=ts)
Miss Criss aka Bassina
(https://www.facebook.com/BASSINA-264290780311008/?fref=ts)
@Radiation
(https://www.facebook.com/RadiationSound/?fref=ts)
Rough_Collider
(https://www.facebook.com/Rough_Collider-1560506627589074/?fref=ts)


hosted by:
Eddy C from Ear Injury

7 Ottobre 2017

STRIKTLY ROOTS ROCKERS REGGAE

STRIKTLY ROOTS ROCKERS REGGAE - c.s.o.a. Officina 99

Sabato 7 Ottobre 2017
dalle 20.00
Twinkle Rootz SOUND ft. Lion Warriah & Shiny D "STRIKTLY ROOTS ROCKERS REGGAE" @ C.S.O.A. OFFICINA 99
Twinkle Rootz SOUND

Roberta Merola aka ROOTS SOUND'S SISTAH
Lion Warriah
Shiny D

+ Locandina

25 Maggio 2017

Ciao Piccolone

una serata per Piccolone - c.s.o.a. Officina 99

Giovedì 25 Maggio 2017
dalle 20.00
sul terrazzo di Ofifcina99

Ricordando Tonino, protagonista attivista e motore della controculturadegli anni 80 dal centro sociale Segnali di Accelerazione di Acerra al Diamond Dogs, fino alle lotte del Movimento dei Disoccupati di Acerra e al Centro sociale Officina99.

Oyoshe
Enzo Casella
Giuseppe Spinelli
Valerio Jovine
Alex Aspide
Antonio Esposito
Ciccio Merolla
Carmine Guarracino
Carmine D'Aniello
Luca Petrosino
Alessio Jbone
BISCA
Sacha Ricci
Massimiliano Jovine
Marco Messina
PeppOh
Aldolà Chivalà
Andrea Tartaglia
Speaker Cenzou
Ivan DopeOne

e tanti altri ancora che si uniranno per TONINO PICCOLONE, un fratello, un amico, un compagno!

+ Locandina

23/24 Maggio 2017

Laboratorio di ludopedagogia

No sessismo nei movimenti, basta discriminazioni sulle donne, stop violenza di genere: Laboratorio di Ludopedagogia – 23 e 24 maggio 2017


In seguito ad una violenza subita da una compagna da parte di un uomo che attraversa gli spazi di movimento, le compagne e i compagni napoletani hanno avviato un confronto circa l'evidente sessismo presente (anche) nei movimenti.
Le assemblee finora promosse sono state un segnale di solidarietà ma ha reso evidente l'esigenza di approfondire la discussione coinvolgendo tutte e tutti.
Sebbene il sessismo sia dilagante nel nostro quotidiano nelle sue diverse forme, ancora troppo spesso come compagn@ ci muoviamo, così come spesso capita anche nella pratica dell'antifascismo, solo su un piano emergenziale.
Ovviamente per destrutturare le dinamiche sessiste e di potere nelle pratiche di movimento dobbiamo innanzitutto ripartire da noi stess* e metterci in discussione.
I movimenti non sono immuni dalle tante contraddizioni che caratterizzano e strutturano la società in cui viviamo. Gli episodi di violenza e sessismo nei collettivi, negli spazi autogestiti e occupati non sono un'emergenza, né un'eccezione ma la conseguenza di quotidiane asimmetrie e gerarchie di potere presenti nella società. Abbiamo condiviso la necessità di avviare percorsi antisessisti all'interno delle realtà autogestite per permettere a tutt* di giungere a una definizione chiara di cosa siano sessismo e violenza e fare rete per combattere i meccanismi di negazione e minimizzazione degli episodi sessisti, misogini, transfobici, omofobici e lesbofobici che avvengono.
Sia chiaro, non reputiamo che esista una sola ricetta: come nella violenza domestica, anche la violenza nelle realtà autogestite può scontrarsi con atteggiamenti di chiusura, minimizzazione, negazione. Sentiamo l'esigenza di continuare questo confronto in modo abbastanza strutturato e continuo, sotto forma di assemblea tematica riguardante il sessismo nei movimenti, sull'esempio degli altri tavoli tematici di Non Una Di Meno.
Ma intendiamo utilizzare strumenti di confronto sulle teorie e sulle pratiche anche diversi dalla classica assemblea: giochi, workshop, laboratori.
Pertanto, il 23 e 24 maggio 2017 abbiamo pensato di regalarci due pomeriggi di ludopedagogia su sessismo e discriminazione di genere. La Ludopedagogia nasce in Uruguay, più di 30 anni fa, sotto la dittatura militare, come forma di resistenza alla repressione e metodo per relazionarsi agli altri, diventando esperienza specifica dell'Educazione Popolare nella quale si incontrano due dimensioni quella Ludica e quella Pedagogica.
Per "Ludica" si intende la dimensione della fantasia, del gioco - per "Pedagogia" si intende il sapere, la possibilità di conoscere e trasformare la realtà.
La Ludopedagogia ha come obiettivo principale quello di attivare azioni individuali e collettive volte al cambiamento della realtà: può essere occasione per disimparare e destrutturare stereotipi acquisiti, può essere un luogo dove, attraverso il gioco, creatività e conflitto possono diventare occasione per individuare un'altra strada.


Il 23 e 24 maggio Ariel Castelo, uno dei fondatori della Ludopedagogia è a Napoli e insieme giocheremo in un laboratorio aperto a tutt* le/i compagn* interessati.........
Ci vediamo:
Il 23/05 dalle 17.00 alle 21.00 (puntuali) presso Lo Scugnizzo Liberato a Salita Pontecorvo a seguire apericena di finanziamento

Il 24/05 dalle 17.00 alle 21.00 (sempre puntuali) presso il CSOA Officina99 via Gianturco a seguire apericena di finanziamento

15 Maggio 2017

Solidarietà a Mezzocannone 12

La notte di sabato 13 maggio, le strade del centro antico di Napoli sono state teatro dell'ennesimo atto di violenza e repressione dei carabinieri e della polizia municipale, i quali con una scusa hanno aggredito i giovani al'interno dello spazio universitario occupato mezzocannone 12, nel bel mezzo di una serata di autofinanziamento per le loro attività.

La retorica del decoro, di cui è figlia la criminalizzazione di rom e migranti, parcheggiatori ed ambulanti colpiti da daspo, ora investe anche gli spazi occupati.

Crediamo, pertanto, che sia indispensabile mettere da parte le differrenze di visione e pratica politica, per esprimere tutta la nostra solidarietà alle compagne ed ai compagni colpiti dalle infamie di quegli uomini in divisa pronti a brandire il manganello della "legalità", contro chiunque esprima dissenso e/o provi a costruire ed attraversare le controculture, spingendosi oltre la città vetrina.


Le compagne ed i compagni del c.s.o.a. Officina 99 - L.O. SKA

13 Maggio 2017

VIVIAN JONES - THE ROOTS DEFENDER BAND

vivian jones - c.s.o.a. Officina 99

Reggae Legend Vivian Jones in concerto

backed by THE ROOTS DEFENDER BAND

pre after show Bababoom Hi Fi Sound System

Vivian «Sugarlove» Jones (JAM/UK)

Nato nel Parish di Trelawny, Jamaica, nel 1957, Vivian Jones si trasferisce nel Regno Unito all'eta' di 10 anni, andando a vivere a Londra e nei sobborghi limitrofi. A pasrtire dagli anni 70 inizia ad esibirsi con diversi sound system locali, inizialmente come deejay. Successivamente diventa membro di varie formazioni live, tra cui The Spartans, The Doctor Birds e The Mighty Vibes.
Nel 1980 inizia la carriera solista con una hit immediata, «Good Morning», che finisce al numero 1 della UK Reggae Charts, e viene nominato «Most Talented Singer» in un sondaggio organizzato dalla prestigiosa rivista musicale Black Echoes, metre la sua popolarita' si inizia a diffondere anche in Jamaica.
Nel 1982 in seguiro ad alcune delusioni con l'industria musicale inglese decide di prendersi un periodo di riflessione e ritornare in Giamaica. Al suo ritorno a Londra registra il primo album, il mitico «Bank Robbery». Di li' a poco inizia a lavorare con Jah Shaka, che gli produrra' il leggendario album Jah Works nel 1987, oltre ad alcuni singoli tra cui Red Eyes, e registra per produttori giamaicani come Junior Reid e Bobby Digital.
Negli anni novanta fonda la propria label Imperial House, e raggiunge un grande successo di pubblico con canzoni in stile Lovers come «Sugar Love» (da cui il suo soprannome) e «Strong Love», ma non smette di dedicarsi al roots militante, come dimostra l'album «Iyaman» (1994). Viene inoltre nominato «Best Male Artist» ai prestigiosi British Reggae Industry Awards. Nel 2007 pubblica l'abum «50th» per festeggiare il proprio conquantesimo compleanno, con riddim storici tra cui alcuni di Bunny Styriker Lee, tra cui la famosa «Legalize Marijuana» su Money riddim.
Negli ultimi 10 anni Vivian Jones si e' guadagnato il rispetto della nuova generazione di amanti del dub piu' elettronico con una serie di hit cruciali, tra cui spiccano quelle realizzate con Russ Disciples, come «Flash It and Gwaan», «Third World Man» ed «Ancient Blood». Piu' recenetemente ha anche messo a segno una coppia di hit dal sapore estremamente roots «Carry On» e «Truly», suonate instancabilmente da tutti i piu' grandi sound UK.

22 Aprile 2017

MAZTEK & Family Tree

MAZTEK - c.s.o.a. Officina 99


MAZTEK

FAMILY TREE showcase:

Shaman aka radio Shana

Mc2C

Miss Criss

Radiation

Roug Collider

31 Marzo 2017

Sgombero del campo di Via delle Brecce: parte il conto alla rovescia

La mattina del 30 marzo è stato notificato agli abitanti del campo il decreto di sequestro preventivo: lo sgombero avverrà giorno 11 Aprile!

A distanza di ormai un anno, nonostante le sollecitazioni di associazioni e attivisti, il nuovo campo monoetnico di via del Riposo rimane l'unica soluzione abitativa per circa 170 persone, selezionate secondo criteri che non sono mai stati resi espliciti. Direttive Europee e strategia Nazionale vengono ostentatamente ignorate, nonostante ci sia chi continua a raccontare Napoli come la "città dell'accoglienza". Per centinaia di uomini, donne e bambini l'accoglienza napoletana vuol dire finire per strada in condizioni di estrema precarietà. Negli ultimi 13 mesi gli abitanti di via delle Brecce hanno dimostrato più volte la loro massima disponibilità al confronto, partecipando a tavoli con le istituzioni, organizzando assemblee pubbliche, sit-in e manifestazioni, sollecitando con spirito sempre costruttivo il superamento delle politiche di "zingarizzazione" che sono prassi decennale nella nostra regione.

La strategia dello "sgombero silenzioso" che denunciamo ormai da mesi, si è concretizzata nella solita pratica dell'assedio volta a intimidire e, in definitiva, a spingere gli abitanti del campo ad abbandonare "spontaneamente" la propria casa. Sequestri di veicoli, passeggini, derrate alimentari, carrettini a mano sono routine quotidiana da mesi. Il presidio continuo da parte delle forze dell'ordine e persino il divieto di organizzare il mercato dell'usato all'interno non sono altro che la messa in atto di una prassi di sottrazione di mezzi di sussistenza, volta a rendere inabitabile il luogo che, per oltre 5 anni, è stato CASA per migliaia di persone. Trovare il campo ormai svuotato il giorno dello sgombero minimizza la visibilità della violenza e dell'assoluta mancanza di progettazione politica e, cosa ancor più grave, rende lo "sgombero preventivo" una pratica pericolosamente replicabile.

Gli abitanti di via delle Brecce non sono soli, perché in questo tempo tante associazioni e solidali li hanno sostenuti e accompagnati in questo percorso, ognuno secondo le proprie capacità e competenze e avendo cura di porsi sempre in una posizione di ascolto e di ragionamento condiviso. Chiediamo a tutta la rete di solidarietà di stringersi attorno alla comunità di via delle Brecce, di denunciare e raccontare quello che accade nella nostra città, di tenere gli occhi e le orecchie aperte, perché questo ennesimo disastro sociale non si consumi nell'invisibilità e nel silenzio.

Rete di solidarietà abitanti via delle brecce

1 Aprile 2017

ROOTS combination

roots combination - c.s.o.a. Officina 99

Sabato 1 Aprile 2017
dalle 22.00


ROOTS COMBINATION
*Soundsystem Venue*


Reggae Selection & Power by:
SUNWEED SOUND SYSTEM

Live on 4 Microphones:

URU
PACO10
YOUTHMAN
PAPA BUJU

REGGAE & DUB MUSIC TILL MORNING

Durante la serata sarà presentato il primo singolo dell’artista
PURPETTA E I RAU’

L’incasso sarà devoluto a sostegno del progetto dell’associazione Assomud per l’acquisto di generatori di corrente elettrica da destinare al campo di “Chatila” in Libano per migliorare le condizioni di vivibilità dei tanti rifugiati costretti a vivere lì dalla barbarie sionista.

18 Marzo 2017

La rappresentante di lista - LIVE

La rappresentante di lista - c.s.o.a. Officina 99

Sabato 18 Marzo 2017
dalle 22.00

ritornano i concerti live ad officina 99 con il nuovo album LIVE de
LA RAPPRESENTANTE DI LISTA


prima e dopo il concerto
selezione musicale a cura di Ciro Zellweger

- EVENTO FB -

La Rappresentante di Lista torna con il suo primo album live registrato durante il tour di Bu Bu Sad, ultima release in studio data alle stampe nel dicembre del 2015 per Garrincha Dischi. Un concerto fatto di musica e teatro che ha riempito le sale dello stivale e che li ha consacrati come una delle band rivelazione dell'ultima stagione. Dal 7 marzo le tracce di questo lungo percorso diventano un disco. Sul palco ieri come oggi una delle voci più potenti della scena italiana, quella di Veronica Lucchesi, accompagnata da Dario Mangiaracina (attore, polistrumentista e membro fondatore insieme a Veronica), Enrico Lupi (tromba e synth), Marta Cannuscio (fisarmonicista prestata alle percussioni) ed Erika Gold (corista con in tasca la pietra filosofale).

BIO
Nel 2013 la Rappresentante di lista vince Arezzo Wave Sicilia ed è "fiore all'occhiello" del premio nazionale. È del 2014 invece la candidatura alle targhe Tenco - miglior disco d’esordio - e la partecipazione alle finali del festival Musicultura. Nel marzo 2014 esce il loro primo album (Per la) via di casa per l’etichetta bolognese Garrincha dischi. Il disco, prodotto con Roberto Cammarata (Waines, Omosumo), vede al suo interno diverse collaborazioni: Banda alle Ciance, Simona Norato, Antonio Di Martino, Serena Ganci (Iotatòla), Angelo Di Mino. (Per la) via di casa (ora in ristampa) gira l'Italia con centinaia di concerti in teatri, club, appartamenti, terrazze, cortili, automobili e strade, tra queste il Ferrara Buskers dell' agosto 2014. Nel giugno 2015 esce Invisibilmente, primo 45 giri estratto dal nuovo disco, in uscita sempre per Garrincha dischi. A settembre Veronica è nominata miglior voce femminile della scena indie dal MEI - Meeting delle Etichette Indipendenti. Nel 2015 LRDL è tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani con il singolo "Apriti Cielo!". A Dicembre dello stesso anno esce Bu Bu Sad (candidato alle "Targhe Tenco" come miglior disco dell'anno). Ospiti di diverse trasmissioni radio (Zazà su Radio Rai Tre, Casa Bertallot, Minisonica su Radio Popolare) con il secondo disco (recensito da riviste e webzine specializzate - Rumore, Buscadero, Internazionale, Rockit...) Veronica e Dario aka La Rappresentante di Lista raggiungono un buon riscontro dalla critica e un ottimo successo di pubblico. Dalla primavera del 2015 si uniscono alla band Enrico Lupi (tromba, pianoforte e synth) e Marta Cannuscio (batteria e voce), rispettivamente provenienti da Urbino e Palermo. LRDL vince il premio della rete dei Festival / Musica da Bere all'interno della Festa della Musica di Brescia e il PAE (Premio Autore Emergente) ed è considerata tra le migliori band nell'esibizione dal vivo dal circuito Keep On. Oggi è in tour con oltre 200 date all'attivo (www.latempesta.org)

11 Marzo 2017

Ben UFO - Oltre 2.0

Ben UFO - c.s.o.a. Officina 99

Sabato 11 Marzo 2017
dalle 22.00 alle 5.00

Ben UFO form UK


Non ha bisongo di presentazioni..
Ben Thomson pioniere del nuovo movimento underground inglese, autore del programma radiofonico "Hessle Audio show" di incredibile successo su Rinse FM, la radio pirata più grande del mondo!
Dj visionario , seleziona Dubstep/grime/UK funky/Techno/electronica.. la new music nata a Londra degli ultimi 15 anni in un modo o nell'altro è stata setacciata dal suo stile unico..un evento imperdibile!

25 Febbraio 2017

III CARNEVALest Autorganizzato

III CarnevalEST Autorganizzato- c.s.o.a. Officina 99

Sabato 25 Febbraio 2017
dalle 10.00

Arriva il Carnevale Sociale Napoli 2017

Gianturco e NapoliEst non sono sempre stati grigi ed inquinati. V'era un tempo in cui, tra i vari ponti che solcavano le acque del Sebeto e la pianura del Pascone, la natura prosperava, al posto della ex zona industriale. Tutti gli abitanti godevano della Bellezza e della sussistenza delle terre e delle acque. Oggi, tra scheletri industriali e falde inquinate, dalla grande palude della memoria sopita riappare la Rana Pascone per liberarci dal biodigestore e darci un quartiere migliore sempre in lotta con i capibastone. Riprendiamoci la città!!

il tema della 3* parata autogestita è:
LA BELLEZZA E' DI TUTT* ...#NESSUNO ESCLUSO

appuntamento :
sabato 25 febbraio ore 10
via gianturco angolo via muraldo
(oltre il Tunnel Park 50 metri dalla metro Gianturco)

si ringraziano tutte e tutti quell* che hanno reso possibile questa esperienza di autocostruzione (prima di tutto di comunità resistenti!)

un saluto speciale a Diego Miedo e Davide Schiavon
e un abbraccio forte a Annurca - serigrafie e altro- e Davide Arpaia

+ Manifesto CarnevalEST

Febbraio 2017

Carneval'Est Autorganizzato 2017

Anche quest'anno i comitati territoriali di Napoli Est promuovono il Carneval'Est Autorganizzato 2017 Il tema di quest'anno è "La vivibilità del quartiere e di tutti coloro che lo abitano... #nessuno escluso"

Ancora quest'anno, scegliamo di costruire il Carnevale dal basso Libero Autorganizzato.
Indipendente e completamente autofinanziato, in continuità con le esperienze degli anni scorsi; pure per il III corteo di carnevale, del prossimo SABATO 25 Febbraio, pensiamo sia importante rispettare la storia e l'autonomia di queste esperienze, momento di riappropriazione dei quartieri e denuncia delle problematiche sociali, ambientali ed abitative del territorio.

Abbiamo scelto, per questo, di non aderire all'avviso pubblico promosso dalla IV Municipalità del Comune di Napoli, la quale, crediamo, debba impegnare il proprio tempo e le proprie risorse nell'individuazione di fattive soluzioni alle problematiche che affliggono il quartiere: dalla questione ambientale, con la destinazione del biodigestore e dell'eco-distretto nell'area est, alle bonifiche mai partite, passando per l'atavica emergenza abitativa vissuta sul territorio da gran parte dei suoi abitanti, rom compresi, all'assenza di spazi sociali e di aggregazione, di servizi socio-sanitari, asili e nidi pubblici, a cui si aggiunge l'insufficiente rete di trasporti e l'assenza di una ristrutturazione urbanistica.

Ci sorprendiamo, ma nemmeno tanto, che in un quartiere come il nostro, dove né l'illuminazione e neanche un marciapiede sono normali, l'amministrazione pubblica si prenda la briga di voler coordinare un Carnevale, di cui probabilmente non ne capisce il senso né il significato, dimenticando o peggio ignorando l'abbandono ambientale della zona ed i conflitti sociali che la attraversano.

Non accettiamo, dunque, strumentalizzazioni politiche alle nostre iniziative; crediamo che, legare la possibilità e la libertà di sfilare in quei giorni ad un'adesione al fantomatico coordinamento municipale, sia un'azione al di fuori di qualsiasi logica e di qualsiasi concezione della democrazia. A cui opporremo la spinta dal basso, che da sempre è il cuore pulsante dei carnevali sociali della città, senza condizionamenti o adesioni ed imposizioni dall'alto, cosi come lo proponiamo da tre anni.

invitiamo tutte e tutti ad aderire al III Carnevale Autorganizzato di Napoli est,il 25 febbraio. I carri si allestiranno tutti i martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 16.00 presso il C.S.O.A. Officina 99.

Partecipa, metti a disposizione la tua creatività

27 Gennaio 2017

N'ACCOGLIENZA

VENERDÌ 27 GENNAIO 2017 ORE 10:30

N'ACCOGLIENZA...
NEL GIORNO DELLA MEMORIA (PERDUTA)


Contro lo Sgombero del Campo Rom e la Violenza delle Istituzioni
Venerdì 27 gennaio ore 10.30 SIT-IN Piazza Plebiscito


Durante la cerimonia ufficiale per la giornata della memoria, della Shoah e anche del "Porrajmos" con lo sterminio di centinaia di migliaia di rom nei campi di concentramento, facciamo sentire tutti e tutte la nostra voce contro questo ennesimo atto di violenza istituzionale, contro i rigurgiti razzisti e fascisti!

Milletrecento persone, 450 bambini... Da alcune settimane il campo rom di via Brecce a Gianturco è oggetto di uno sgombero tanto silenzioso quanto violento. Uno sgombero silenzioso perché messo in atto da polizia e vigili urbani con tecniche che mirano a spaventare e far fuggire gli abitanti del campo. Gli atteggiamenti aggressivi delle forze di polizia e la loro presenza costante nella forma di un assedio permanente, il sequestro vigliacco dei più semplici strumenti di sopravvivenza (dalla macchina al furgone, dal carrello al cibo fino ai pacchi della Caritas), le continue identificazioni dei solidali, il tentativo di bloccare i giornalisti che cercavano di documentare tutto questo, vogliono intimidire i rom e distruggere qualsiasi legame di solidarietà con la loro lotta.

Una strategia già sperimentata: l'intenzione è quella di scacciare il maggior numero possibile degli abitanti del campo per rendere meno visibile e scandaloso lo sgombero finale. Cacciati da via Brecce, i rom saranno costretti a trovare un'altra sistemazione d'emergenza, almeno fino al prossimo episodio di razzismo o al prossimo sgombero, in un circolo vizioso senza fine assecondato dalle istituzioni. Persone che vivono a Napoli da anni, molti da decenni, tanti sono nati qui e non hanno vissuto altra terra che questa... Mentre si esalta la città vetrina, in periferia anche il semplice diritto a un tetto continua a essere negato.

Da quasi un anno tutti gli attori istituzionali di questa violenza, che lascerà in mezzo alla strada più di mille persone, rifiutano qualsiasi responsabilità. La Procura, mentre si erge a custode della sicurezza e della legalità, si limita in realtà a tutelare le mire speculative del proprietario del terreno su cui si trova il campo, mettendo gli interessi della proprietà davanti alla vita delle persone. La regione si nasconde e sfugge alle proprie responsabilità, riproponendo la linea programmatica del suo governatore, che alle questioni sociali irrisolte risponde solo con la repressione e gli sgomberi.

L'amministrazione Comunale infine, mentre proclama i valori dell'accoglienza, da mesi risponde solo con vane promesse e soluzioni inadeguate alla richiesta degli abitanti del campo di ottenere un'altra sistemazione, nascondendosi dietro la scusa dell'emergenza. Un'emergenza costruita ad arte perché da sempre colpevolmente ignorata, in quanto nessuna istituzione si è mai preoccupata di progettare una vera politica abitativa per i rom di Napoli, l'unico modo per uscire dalla politica dei ghetti.
Con risorse e fondi dedicati, nazionali ed europei, scomparsi nel nulla come i sedici milioni di euro assegnati alla Prefettura di Napoli pochi mesi fà...
Contro il razzismo e la guerra ai poveri: diritti per tutti!
#nessunescluso


Solidali di via Brecce
Antirazziste e antirazzisti di Napoli


28 Gennaio 2017

QUALE CARNEVALE?

QUALE CARNEVALE? - c.s.o.a. Officina 99

SABATO 28 GENNAIO 2017 ORE 16:00
Il Coordinamento dei Comitati di Napoli-Est invita tutte e tutti gli e le abitanti e tutte le realtà interessate, a decidere insieme tematiche e colori per la terza grande parata del Carnevale di Gianturco che attraverserà il quartiere alla fine di febbraio.

Anche quest'anno in coordinamento con tutte le realtà che dal basso costruiranno i cortei del Carnevale Sociale Napoli 2017, esprimendo con mille colori le contraddizioni dei nostri territori.

assemblea pubblica presso
C.S.O.A. Officina 99 - via Gianturco, 101

QUALE CARNEVALE ?

alcune parole d'ordine e temi caldi della discussione:
- Gianturco
- Ex-area industriale
- Sito di interesse nazionale
- Palude agricola
- Sebeto
- Questione ambientale
- Abitanti e Coabitazioni
- Campi rom e accampamenti informali
- Ecodistretto e Biodigestore
- Rifiuti e Piano Regionale
- Riqualificazione delle periferie

il #laboratori #creativi
per la preparazione di carri e scenografie per la manifestazione
sono già attivi, aperti e gratuiti
TUTTI I MARTEDì e GIOVEDì
dalle 12 alle 18 presso il C.S.O.A. Officina 99

con la partecipazione di:
#CSOA_Officina99
Tunnel Park

PS
gli aucelluzzi nel manifesto e alcune delle grafiche sono ideate dal nostro caro Davide Arpaia​ ; )


+ Locandina

c.s.o.a. Officina 99 - l.o.SKA

18 Gennaio 2017

Censimento falsato al CAMPO ROM VIA DELLE BRECCE!

Stamattina intorno alle ore 8.00, polizia giudiziaria, municipale, servizi sociali e alcuni funzionari comunali si sono introdotti nel campo sito in via delle Brecce, per verificare l’effettiva consistenza dell’insediamento e dunque procedendo a un sommario censimento della popolazione .Gli abitanti di Via Brecce che (come al solito nessuno ha ritenuto necessario avvertire) hanno chiesto più volte quale fosse la finalità di questo “censimento” sentendosi rispondere con formule esaustive e rispettose come “Stai zitto” o “non avvicinarti più”.

Appena cominciato il giro delle baracche è immediatamente emersa un’inspiegabile discrepanza tra le sommarie valutazioni dei funzionari e le informazioni che invano gli abitanti provavano a fornire. Dato l’orario, infatti, molti abitanti del campo non risultavano presenti poiché usciti per lavoro, senza considerare l’assenza dei minori impegnati nelle attività scolastiche.

La preoccupazione degli abitanti è comprensibile: i numeri che oggi risultano dall’odierna “verifica” rischiano di essere palesemente più bassi di quelli reali. Quando alcuni solidali del comitato di solidarietà sono accorsi al campo per rispondere alle allarmanti richieste provenienti dagli abitanti sono stati identificati dalle forze dell’ordine che hanno suggerito loro il giusto atteggiamento: “Fatevi i fatti vostri”.

Le nostre domande rimangono le stesse, ormai da mesi: Con quali criteri l’amministrazione sta selezionando i Rom meritevoli di una sistemazione e quelli che non lo sono? quali alternative abitative per le persone che a breve verranno sbattute in strada? In quale data lo sgombero verrà effettivamente realizzato? Perché la popolazione Rom è costantemente retrocessa a “oggetto” di fantomatiche politiche sociali e mai riconosciuta come soggetto? E se ne aggiunge una nuova e inquietante: Chi, oggi, ha interesse a falsificare i numeri reali dell’insediamento?

Siamo stanchi delle chiacchiere, i fatti sono semplici e facilmente riassumibili: una comunità di oltre mille persone verrà a breve sbattuta in strada. In circa un anno nessun attore istituzionale è stato in grado di fornire alternative credibili se non un campo (l’ennesimo), ancora da attrezzarsi che accoglierebbe circa 300 persone.

L’accesso ai diritti, ai servizi e in definitiva il diritto a un’esistenza dignitosa sono “un fatto nostro” e continueranno ad esserlo. Restiamo vigili e con gli occhi aperti perché come già detto NESSUNO DEVE ESSERE ESCLUSO.


Il Comitato abitanti di via Brecce e i Solidali

Gennaio 2017

SULLA SITUAZIONE DEL CAMPO ROM DI VIA BRECCE A SANT'ERASMO

Stamane, martedì 10 gennaio 2017, avuto notizia dell'imminente sgombero del campo di via delle brecce a sant'Erasmo, alcuni solidali del territorio si sono recati sul posto per monitorare la situazione.

Il campo risulta ancora presidiato da vigili in borghese, mentre il famoso "campo attrezzato" di via del riposo è ancora del tutto inagibile, poiché ad oggi ci sono solo operai impegnati nella rimozione dei rifiuti dall'aerea interessata. Agenti della PS in borghese presidiano il campo ed hanno eseguito l'identificazione di alcuni compagni, recatisi in loco per verificare a che punto fosse la struttura "alternativa" proposta dal comune la scorsa primavera.

Stante alle informazioni che abbiamo fin ora raccolto, sappiamo che, per il prossimo 12 gennaio, oltre 1300 persone potrebbero finire per strada con -5°, perché le istituzioni deputate, a 10 mesi dalla prima minaccia di sgombero, non hanno ancora fornito alcun tipo di soluzione.

Mentre la procura ordina uno sgombero di centinaia di famiglie, tra cui molti minori e donne incinte, in quelli che probabilmente saranno i giorni più freddi di questo inverno, l'amministrazione comunale si limita a ribadire la propria impotenza, tecnica e giurisdizionale, nel fermare un atto ordinato dalla procura.

L'incapacità, da parte del sindaco e della sua amministrazione, di prendere una posizione politica chiara e decisa contro questo sgombero, ma anche di pensare di mettere in campo una valida progettualità per l'inserimento residenziale dei rom, limitandosi a proporre soluzioni emergenziali e insufficienti per liberarsi di ogni responsabilità, ci fa dedurre che per questa amministrazione "Napoli città accogliente" sia solo uno slogan vuoto, da utilizzare per fare propaganda.

Facciamo appello alle compagne e ai compagni, a tutt@ le e i solidali della città, per impedire che un'altra deportazione della comunità rom avvenga nel silenzio generale.


c.s.o.a. Officina 99 - l.o.SKA

#NESSUNESCLUSO

7 Gennaio 2017

FEEL THE RYTHYM

Fell the Rythym - c.s.o.a. Officina 99

Sabato 7 Gennaio 2017
FEEL THE RYTHYM / REGGAY & SKA ALLNIGHT PARTY


- MAD MONKEY SELECTA from Cosenza
- PIRLO SELECTER (Cleopatra Sound System)
- OLD HARD BREAD from Napoli
- MIGHTY PEREZ from Napoli
- CICCIO SCIO' on the MIC
AMPLIFICATO DA:
-- CLEOPATRA SOUND SYSTEM --
(The Original Rude & Rebel Sound from Lecce)

Selezioni 100% viniliche dedicate alla musica giamaicana dei tempi migliori (Ska, Rocksteady & Skinhead Reggae), a partire dalle 22, finchè morte non ci separi!

17 Dicembre 2016

Tunnel Contest + NEVROTYPE

Tunnel Park - c.s.o.a. Officina 99

Sabato 17 Dicembre 2016
Una giornata nella periferia orientale di Napoli tra sport arte e musica ..CULTURA DI STRADA..
dalle ore 12.00 alle ore 21.21

TUNNEL CONTEST
Ritorna sotto il ponte della metropolitana di Gianturco ..tunnel contest + tunnel party

80 METRI DI PARK ..l'unico completamente autogestito
Free Skate / Inline contest / Breaking circle / Tunnel Bar
Vimyl Selection:
Los Facciones aka Reddog & Rob Shamantide
Sunweed

+ Locandina Tunnel Contest

Nevrotype - c.s.o.a. Officina 99

a seguire dalle ore 22.00

NEVROTYPE (Elastica Records)

Franky B è uno dei dj turntablist, musicista e produttore, più rispettati e apprezzati della scena musicale alternativa del nostro paese. Due volte Campione Italiano DMC Team e Finalista Mondiale ai -DMC WORLD TEAM CHAMPIONSHIP- 2000 - 2001 di Londra (con la storica crew Men In Skratch), la più importante competizione mondiale di djing e turntablism di sempre, debutta ufficialmente a livello discografico in “La Vida Que Vendrà”, sesto album in studio del celebre gruppo raggamuffin rap italiano 99Posse, nel quale partecipa in qualità di turntablist. In pieno fermento drum'n'bass e breakbeat, Franky inizia ben presto a mettere a frutto le infinite possibilità di interazioni tra l'audio e video: nascono così i Nevrotype, che debuttano nel 2001 con l’album di debutto “Visionetics”, pubblicato su Cinenova nel 2002 e celebrato quell'anno da MTV come il miglior disco di musica elettronica prodotto in Italia.--

AGGREGATE DEVICE -- ( Dissident Movement )
Revàsh (Peste Mc, Kyllne, Nuno) --
AUDIO G

VIDEO ART : Hirotsugu Aisu, Bore, Stroke, Vj Neme_Ska

in collaborazione con l'evento del Tunnel Park :

+ Locandina Nevrotype

 

>>> precedenti

 


c.s.o.a. Officina 99 - via Gianturco 101- napoli
tel. 081 7340853 - info@officina99.org
(staz. metro Gianturco - linea due)